Home

Cos'è la cessione del quinto?

Molte volte si sente parlare di cessione del quinto ma non tutti ne conoscono l'esatto significato. Monitorata è qui per aiutarti e fornirti una definizione di cessione del quinto, che non solo sia corretta ma sia anche facilmente comprensibile per chi non si trova del tutto a proprio agio con la terminologia tecnica.

Calcola la rata
del prestito personale
Verifica le tue possibilità
di finanziamento



La CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO (o DELLA PENSIONE) è una forma di finanziamento che viene rimborsato a rate. Può essere ottenuto da lavoratori dipendenti, pubblici e privati, sia a tempo indeterminato che determinato, dai lavoratori atipici (a progetto) e dai pensionati Viene rimborsato attraverso il pagamento di rate mensili a tasso fisso. A differenza di altre forme di prestito, le rate vengono trattenute direttamente dalla busta paga o dal cedolino pensione nella misura massima di un quinto dello stipendio/pensione, fino ad esaurimento del debito.
Poiché il suo fondamento è l'esistenza di uno stipendio o pensione da cui detrarre una frazione, essa è obbligatoriamente accompagnata da un'assicurazione contro il rischio di morte o di perdita del lavoro e quindi, oltre alle rate, chi richiede una cessione del quinto deve pagare il premio relativo a tale polizza assicurativa.

Per richiedere questa forma di finanziamento, è necessario rientrare nelle categorie di lavoratori dipendenti (a tempo indeterminato o determinato), a progetto o pensionati; pertanto, essa non è accessibile ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti.

Facciamo un esempio concreto: se il dipendente di un'azienda decide di richiedere un finanziamento tramite la "cessione del quinto", si deve recare presso una società finanziaria o una banca che eseguirà un'analisi del merito creditizio. Se la valutazione sarà positiva il dipendente incasserà il prestito e continuerà a svolgere la sua normale attività lavorativa. Le rate del finanziamento vengono versate direttamente dal datore di lavoro che trattiene una parte dello stipendio mensile mediante la "cessione del quinto" dello stipendio, versato direttamente dal datore di lavoro.
In questo modo, il lavoratore percepisce un netto inferiore ma sarà sicuro di non saltare il pagamento di una rata, per dimenticanza o per difficoltà a mettere da parte la somma necessaria.