Home

Calcolare la rata del a mutuo tasso fisso

Con il mutuo a tasso fisso, il cliente corrisponde sempre lo stesso interesse alla banca per tutta la durata del mutuo. Il mutuo a tasso fisso offre diversi vantaggi perché il cliente guadagna se l'interesse dei prestiti sale al di sopra di quello del proprio mutuo (che rimane invariato nel tempo). Il tasso variabile, invece, espone al rischio di rate più elevate di quella iniziale, nel caso in cui i tassi dovessero salire.


Calcola mutuo
tasso fisso
Verifica se la rata è adatta
al tuo bilancio


Il tasso è una delle condizioni economiche importanti del contratto, è quindi importante conoscere il TAG e il TAEG. Il TAN (Tasso Annuo Nominale) indica la misura del tasso di interesse applicato su un prestito, senza tenere conto delle spese accessorie.

Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) indica, in termini percentuali, il costo complessivo di un finanziamento. Non viene utilizzato per calcolare le rate del prestito, ma è un “indicatore” importante per confrontare diverse offerte alternative: a parità di durata, importo ed efficienza del servizio conviene il prestito con il taeg più basso.

Nel TAEG, quindi, oltre al rimborso del capitale e al pagamento degli interessi sono incluse le spese di istruttoria e apertura della pratica di credito, di riscossione dei rimborsi e di incasso delle rate (se stabilite dal creditore), di assicurazione (se imposte dal creditore), il costo dell'attività di mediazione svolta da un terzo (se necessaria per l'ottenimento del credito) e ogni altra spesa contrattualmente prevista connessa con l'operazione di finanziamento.

Restano invece escluse le spese per il notaio (quando richiesto), le tasse e le imposte ed eventuali interessi di mora da applicare in caso di mancato pagamento.

Sei pronto per sapere quale sarebbe l'importo rateale da corrispondere per il prestito che hai in mente?
Prova subito il calcolatore di rate di Monitorata.